Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Aprile, 2021

Roma in 3 giorni

Roma è una città che va visitata almeno una volta nella vita .  La città più bella del mondo , per la ricchezza di patrimonio artistico e storico che contiene. Ogni angolo, ogni passo, regala qualcosa da vivere. Se hai poco tempo per visitarla, di seguito trovi  tre mini-tour da una giornata ognuno , in modo da riuscire a visitare più monumenti possibili in soli tre giorni. GIORNO 1 Il must per eccellenza , se hai un solo giorno a disposizione,  è sicuramente il Colosseo, simbolo indiscusso  della capitale italiana. Facilmente raggiungibile in metropolitana, appena fuori te lo ritroverai di fronte. Dall’uscita della metro, svoltando a destra, puoi poi percorrere  via dei Fori Imperiali  fermandoti per qualche fotografia dai balconi che affacciano su di loro. Percorri tutta la via fino ad arrivare a  Piazza Venezia . Qui ti aspetta il maestoso  Altare della Patria . Attraversa la piazza sulla destra e fermati a riposare nel piccolo parco di fronte alla  Colonna Traiana , in cui ammi

Estate a Fuerteventura

Fuerteventura è una delle isole delle Canarie ; parte della Spagna, si trova nell’Oceano Atlantico, di fronte al Marocco. Il clima è invidiabile, con temperature primaverili durante tutto l’anno. Sia grazie alla sua posizione, che alla presenza costante di vento, non piove per quasi tutto l’anno, se non pochi giorni nel mese di settembre, unico periodo in cui il vento soffia meno forte. L’isola è ancora per la maggior parte selvaggia , lasciando libero spazio alla natura. Essendo un’ isola vulcanica , il paesaggio è quasi ovunque lunare, a parte lungo le coste, dove la vegetazione è più rigogliosa e dove spiagge bianchissime si susseguono a spiagge nere. Una delle spiagge più famose e belle è quella di  Sotavento , nota anche per i  campionati di wind-surf e kite-surf , sport molto praticato sull’isola. Le spiagge sono demanio pubblico, per cui eventuali spiagge attrezzate sono tutte a pagamento, anche se comunque economiche. È possibile praticare  nudismo , per cui è molto facile i

Vacanza in Costiera Amalfitana

Uno dei tratti di costa più famosi del mondo, considerato  Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO , è la nostra  Costiera Amalfitana . Comprende le città di: – Amalfi  (probabilmente la più famosa della costiera) – Atrani  (parte de “I borghi più belli d’Italia”) – Cetara  (pittoresco borgo marinaro che sorge ai piedi del monte Falerio) – Conca dei Marini  (conosciuta per la famosa e suggestiva Grotta dello Smeraldo) – Furore  (anche lei parte de “I borghi più belli d’Italia) – Maiori  (dal 1997, parte del Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO) – Minori  (anch’essa parte, dal 1997, del Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO) – Positano  (città incantevole, il cui nome prende origine da una leggenda, e località dove ho mangiato la pizza più cara della mia vita… forse perché ci avevano scambiati per americani?) – Praiano  (comune pittoresco, meno rinomato rispetto agli altri, ma altrettanto affascinante) – Ravello  (dal 1996 parte del Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO, frequentato da personali

Weekend a Berlino

Berlino  è una città molto bella, con tantissimi luoghi di interesse. Se puoi, fermati per una intera settimana, e ancora non farai in tempo a visitarla tutta. È una città in cui si respira ancora forte la terribile storia che l’ha colpita fino a pochi anni fa. Molto evidente è ancora la  differenza fra le due zone est e ovest , facendole sembrare due città diverse in una. La parte ovest, molto più sviluppata, ricca di negozi di lusso e ristoranti, è molto in contrasto con la parte est, fatta di tristi palazzoni squadrati e grigi, molto frequentata dai tipici punk degli anni ’70. Berlino è una città che  si gira molto facilmente : i mezzi pubblici sono pratici e hanno una rete molto fitta; raggiungono praticamente qualsiasi zona.   I musei da visitare sono tantissimi, e tutti meritevoli. C’è il  Museo Ebraico , che rappresenta la storia di questo popolo già dalle sue fattezze architettoniche. Un palazzo che sembra fatto di lamiere, a zig-zag, con finestre fatte a feritoie; anche

Kenya. Safari allo Tsavo, Watamu e Garoda

Natale 2015. Dopo il classico pranzo con la famiglia, io e mio marito ci rechiamo all’aeroporto di Malpensa pronti per la nostra  vacanza di Capodanno . Quest’anno abbiamo deciso di andare al caldo, e dopo aver tanto sentito parlare del “ mal d’Africa ”, abbiamo deciso di lasciarci contagiare anche noi, scegliendo come  destinazione  il  Kenya . Dopo circa 7 ore e mezza di volo,  atterriamo a Mombasa  alle 5 di mattina, dove un pulmino ci attende per il trasferimento in hotel. Tre ore di strade prevalentemente sterrate, durante le quali non posso fare a meno di osservare tutto ciò che mi circonda:  in poco tempo il sole sorge e le strade si animano…  persone lungo i cigli della strada, tra case e negozietti fatti di fango, legno e lamiere; camminano scalzi, alcuni sorridono, altri sono ancora assonnati. Dei ragazzotti girano in moto, tutte dello stesso modello. Altri guidano delle api Piaggio, ce ne sono tantissime. Il mio primo pensiero?  Mi sono sentita ricca. Tutte le volte che ho

Viaggio in Normandia

La  Normandia , la parte più a Nord della Francia,  famosa per il D-Day , il giorno dello sbarco degli alleati che segnò l’inizio della fine della Seconda Guerra Mondiale, il 6 giugno 1944. Una terra ricca di natura e di storia , dai paesaggi estremamente rilassanti, fino ai musei estremamente commoventi. Partendo dalla parte più a Nord-Est, troviamo  Dieppe , famosa per la spiaggia fatta di sassi bucati. Scendendo, incontriamo  Fécamp  ed  É tretat , famosa per la sua falesia a forma di elefante che si abbevera in mare.   Attraversando il  Ponte di Normandia  si arriva a  Honfleur , città portuale caratteristica, dove sembra di trovarsi all’interno di un quadro impressionista. Un po’ più a Sud si arriva a  Rouen , città in cui venne bruciata  Giovanna D’Arco , dove un monumento ne ricorda l’episodio. Continuando a scendere, si arriva a  Giverny , che ospita la  casa di Monet , famoso pittore impressionista, da visitare soprattutto per i suoi immensi e rigogliosi giardini. Passeggi

Villa del Balbianello, bellezza del FAI sul lago di Como

Una volta raggiungibile solo via lago,  Villa del Balbianello  sorge su una romantica penisola (punta di Lavedo) fin dalla fine del Settecento. Inizialmente proprietà del  Cardinal Durini , passò di mano di mano fino ad arrivare nel 1974 al signor  Guido Monzino , figlio del fondatore dei magazzini Standa. Morto nel 1988 a soli 60 anni e senza eredi,  Monzino decide di donare la sua bellissima villa al FAI  (Fondo Ambiente Italiano), insieme a una somma di denaro necessaria al mantenimento della stessa. Un luogo di vacanza per i suoi proprietari, con doppio affaccio direttamente sul  lago di Como  e circondato da lussureggianti giardini. Una favola per pochi. La Villa oggi è raggiungibile  in pochi minuti  sia via strada che via lago , e visitabile in piccoli gruppi accompagnati da guida turistica. Le stanze sono disposte su più livelli e i due edifici da cui è composta la dimora sono collegati da un passaggio segreto sotterraneo, esistente fin dal Settecento. In questa Villa il sign