Vacanza in Messico Una settimana immersi nella cultura Maya su spiagge da sogno

Tra tutte le mete dei miei viaggi, il Messico occupa un posto speciale nel mio cuore. Ogni volta che torno in questa terra di colore, sole e musica, mi sento tornare bambina e rimango affascinata sia dai luoghi che dalle persone.

DCIM100GOPROmexico

Dopo un lungo viaggio di circa 11 ore, si atterra a Cancun, capitale del divertimento e consigliata specialmente ai giovani e ai single.
La vita notturna di Cancun è unica nel suo genere. Una strada di bar e ristoranti uno in fila all’altro, tutti con open bar, in cui bere tequila e ballare latino americano.
Ma soprattutto, il Coco Bongo, una sorta di discoteca, che in realtà è molto di più. È qui che sono state girate alcune scene di film famosi, come “The Mask”, “Spiderman”, eccetera, ed è sempre qui che tutte le sere la discoteca si anima di trapezisti, ballerini, acrobati, in un susseguirsi di spettacoli mozzafiato. Impossibile non rimanerne affascinati.

Proprio di fronte a Cancun, tramite un traghetto, si raggiunge Isla Mujeres, l’”isola delle donne”, dalle spiagge bianchissime e il mare cristallino, ideale sia per fare snorkeling che per acquistare souvenir in uno dei tanti negozietti lungo le spiagge.

palme

Spostandosi da Cancun verso sud, si arriva a Playa del Carmen, altra meta favorita dal turismo, fino ad Akumal, il “luogo delle tartarughe”, dove nuotare in mare insieme alle tartarughe marine. Infine Tulum, luogo archeologico Maya della penisola dello Yucatan.
Il suo fascino si deve al fatto di trovarsi a strapiombo sul mare, oltre che alla sua spiaggia caraibica.
bird

Rimanendo in tema Maya, merita una visita Cobà: non solo un tempio Maya, ma il più alto di tutto il Messico. Gli archeologi stanno ancora lavorando per far tornare alla luce tutta la zona circostante, ma intanto si possono noleggiare delle biciclette e raggiungere i piedi della scalinata del tempio, attualmente ancora agibile, e arrampicarsi per 42mt fino in cima, dove godere di uno splendido panorama di vegetazione e laghi a perdita d’occhio.

cobà

coba

Il luogo archeologico più famoso, però, rimane certamente Chichen Itza, dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco. Attualmente la scalinata non è più agibile, per cui si può visitare l’area senza però salire alla cima del tempio.
Un altro Patrimonio dell’Umanità che si trova in Messico è la riserva naturale di Sian Ka’an, dove si trova la seconda barriera corallina più grande del mondo. Qui si può anche fare canoa, e nuotare con tartarughe e delfini.

iguana

Per gli amanti della cultura Maya, non si può fare a meno di una visita a una o più comunità Maya che ancora vivono in Messico, all’interno della giungla o appena fuori, verso la città.
Ci si può recare con una escursione organizzata e mangiare un gustoso pranzo Maya, assaggiando piatti tipici e bevendo freschi succhi di Ibiscus e Tamarindo.

Facendosi benedire dallo sciamano del villaggio, sarà possibile discendere nei Cenotes, pozzi sacri sotterranei, che per i Maya rappresentano l’inframondo.
La penisola dello Yucatan, infatti, è costituita essenzialmente da roccia calcarea, che nel tempo è collassata creando numerose caverne sotterranee tutte collegate fra loro. Se la roccia collassa del tutto, il cenote è a cielo aperto, ma se la parte superiore crolla solo in parte, come nella maggior parte dei casi, bisogna calarsi all’interno del “camino” e scendere per circa 17mt prima di raggiungere l’acqua, dolce e pura, che i Maya usano per abbeverarsi.
Spesso queste grotte sono popolate da pipistrelli e pesciolini, e possono essere profonde anche una trentina di metri. Anche se sono buie, si possono notare le stalattiti e stalagmiti e i riflessi dell’acqua che creano giochi di luci affascinanti.

cenote

cenotes

Cosa ricorderai del tuo viaggio in Messico:
– i colori, la vegetazione, le iguane, il mare cristallino
– il sole e la fortissima umidità
– le tartarughe, i pesci, le escursioni nei cenotes
– la musica, il cibo, la cordialità delle persone

Cosa non puoi perderti in Messico:
– mangiare guacamole, fajitas, burritos, quesadillas, tapas
– visitare almeno un cenote e un reperto archeologico Maya
E se proprio sei coraggioso, assaggia l’Habanero, peperoncino tipico piccantissimo!

DCIM100GOPRO

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *