Tag Archives: lavoro

I pro e i contro del lavoro da casa Vita da freelance: 10 pro e 10 contro del lavoro in proprio

Quando ho iniziato a pensare a un’attività che fosse mia, da svolgere come freelance da casa, l’ho idealizzata molto. Mi immaginavo la condizione perfetta, in cui ero io a gestire i miei tempi, le mie vacanze, i miei impegni. Immaginavo solo clienti bravi, gentili, disponibili, che pagano in anticipo e senza tirare sul prezzo.

Poi, un giorno, l’ho fatto per davvero. Ho aperto il mio sito web e ho iniziato a offrire i miei servizi sul mercato. E ho iniziato a scoprire anche i contro. Tutto è diventato reale e non più solo ideale.

Ecco la mia lista di 10 pro e 10 contro del lavoro da casa come freelance.
Continue reading I pro e i contro del lavoro da casa Vita da freelance: 10 pro e 10 contro del lavoro in proprio

L’abito adatto per un colloquio di lavoro Come prepararsi al meglio per affrontare un colloquio di lavoro

State cercando lavoro e finalmente vi hanno convocate per un colloquio!
Come presentarsi?

A parte dei suggerimenti guida da rispettare sempre quali: siate puntuali, ordinati, spontanei, gentili nei modi, eccetera, ecco qualche altro consiglio per avere il look giusto!

business-1219868_960_720

Prima di tutto dipende dalla posizione per cui vi presentate. Se dovete sostenere un colloquio in una banca, in una società di consulenza, piuttosto che in una grande azienda, indossare un tailleur o un abito è sempre consigliabile, in quanto denota alta professionalità.

Altre società più piccole piuttosto che impieghi più modesti, invece, preferiscono accogliere dei pretendenti un po’ più alla mano. Per cui sempre ordinati e curati, ma sicuramente non incravattati e ingiacchettati.
In questo caso, un semplice pantalone con una camicia o un maglioncino sono più che ottimi.

Assolutamente da evitare sono: i jeans, le scarpe da ginnastica, i sandali aperti, le canottiere, le maglie troppo scollate, fantasie o colori troppo accesi, trucco troppo pesante.

Anche le mani devono essere curate, in quanto sono il primo vostro biglietto da visita, dopo il sorriso.

handshake-440959_960_720

La borsa deve essere abbinata al vostro look, preferibilmente semplice e di medie dimensioni. Evitate borsoni effetto borsa da spiaggia o al contrario pochette da cerimonia. Ricordate di portare sempre una copia cartacea del vostro CV, anche se probabilmente non vi verrà chiesto, in quanto già ricevuto.

Infine, rimanete tranquilli, rispondete in base alla vostra vera personalità a tutte le domande che vi verranno poste e… in bocca al lupo!

LEGGI ALTRO DELLA SEZIONE VITA DI COPPIA

Colleghi normali non ne vogliamo Tipologie di colleghi "fuori dal normale"

La mia azienda è piena di pazzi.
Oggi Olga stava parlando del suo viaggio di nozze, in cui era andata a fare un safari in Sudafrica. Era nostalgica, le sarebbe piaciuto tanto tornare a fare un safari.

Detto, fatto. Le ho detto: beh, non serve andare lontano, basta fare un giro in questa azienda se vuoi fare un safari! E così ci siamo trovate noi ragazze del commerciale a camminare per i corridoi dell’azienda ad ammirare dai vetri dei vari uffici le diverse specie animali che popolano il nostro luogo di lavoro!

team-866663_960_720

Il signor Rossi, che dovrebbe essere in pensione da almeno dieci anni, ma non smolla la sua scrivania, e che parla sempre di quella volta che ha avuto un rapporto con sua moglie sulla lavatrice durante la centrifuga.

Ivano, uno dei tecnici, che ha la camminata tipo Frankeinstein.

Giovanni, un altro tecnico che è simpaticissimo, ma non sa fare una frase in italiano di senso compiuto, e che ci prova sempre con tutte.

La signora Sissi, che è appassionata di musica lirica e cammina per i corridoi cantando l’Aida, oscillando leggiadra in punta di piedi, nonostante il peso importante.

Il signor Brambilla, che pensa di essere Brad Pitt e continua a sbattere indietro con la testa il suo ciuffo biondo che gli cade sempre sull’occhio destro e viene sempre al lavoro con un impermeabile nero stile Matrix.

E via così tanti altri.

Che dire, ci siamo divertite un po’!
Soprattutto quando poi Olga guardando su Google News ha letto la notizia che la maggior parte dei tradimenti avviene sul luogo di lavoro… beh, perché non sono stati da noi! Non è che ci sia proprio l’imbarazzo della scelta, diciamo!

Anche Katia si lamenta: per forza sono ancora single, passo tutta la mia vita qui dentro! Come faccio a trovare il principe azzurro se non esco mai da questo ufficio!

 

5 tipi di colleghi sul posto di lavoro I tipi di colleghi che non mancano mai

Sul posto di lavoro si possono incontrare colleghi e colleghe di ogni genere.

Ma sicuramente in tutte le aziende vivono questi 5 tipi diversi di colleghi di lavoro:

Tipo 1. La collega  perennemente a dieta.
Quella che ogni tanto salta fuori con qualche dieta nuova.
La dieta del kiwi, il beverone per fare tanta pipì (che poi va a finire che non lo beve mai perché non le piace, e quindi non fa neanche pipì).
Un’altra dieta legata al gruppo sanguigno, oppure ancora diete particolari come il veganismo e il crudismo.
Che guai portare due pasticcini al proprio compleanno, tanto non li guarda neanche.

8551937456_9f2c1544d3

Tipo 2. Il raccomandato.
Quello che dopo anni che sei in un’azienda a lavorare, ti mettono uno sbarbatello a farti da capo. Che magari non ha neanche finito le scuole. Ma che è nipote di, cugino di, fratello di. E con cui sei quindi obbligato ad averci anche un buon rapporto.
Che ti chiedi cosa faccia tutto il giorno, per prendere il doppio di te.

Tipo 3. La turbo gnocca.
Quella alta, magra e gnocca sempre vestita tutta fashion. Che può mangiare quello che vuole, che tanto rimane sempre così. Che cammina per i corridoi come a una sfilata di moda. Che tu neanche il sabato sera ti vesti così.
E che ha tutti gli uomini ai suoi piedi. Perché a volte è pure un po’ gatta morta.

coffee-1076582_960_720

Tipo 4. Il capo.
Ma non il capo in senso di responsabile. Quello che sembra faccia tutto lui. Ma in realtà comanda a bacchetta gli altri, che fanno il lavoro, e poi si prende i meriti.
A meno che non abbiate fatto un errore. In quel caso ammette di non avere fatto nulla.

Tipo 5. Il collega so tutto io.
Quello che pensa di saper parlare inglese. E fa anche il figo quando lo parla.
Oppure che ti spiega come svolgere un lavoro di 5 minuti, con un ragionamento di mezz’ora, che a un certo punto non sa più neanche lui cosa sta dicendo.

 

E voi, che tipi di colleghi avete?