Tag Archives: lavare

Come lavare i maglioni di lana e delicati senza rovinarli I sacchi salva e lava lana di Marbet per proteggere i tuoi capi più delicati

Tornato il freddo si mettono da parte abitini leggeri e magliette per lasciare spazio ai maglioni invernali. E con questo torna anche l’incubo di lavarli sperando di non rimpicciolirli nè di rovinarli.

Quante volte ti è capitato di togliere dalla lavatrice un maglione delicato e trovarlo di qualche taglia più piccolo, piuttosto che infeltrito, pieno di pallini?

Ammetto che io stessa, dopo aver preso casa e iniziato a dedicarmi da sola a tutte le faccende domestiche, ho perso per strada diversi maglioni… Alcuni buttati, altri diventati degli stracci per pulire, perfetti per lucidare pavimenti e parquet!

Come fare quindi per lavare questi capi senza rovinarli? In realtà bastano delle piccole e semplici accortezze: lavarli a basse temperature, tenere la centrifuga a un numero di giri minimo, e…

Continue reading Come lavare i maglioni di lana e delicati senza rovinarli I sacchi salva e lava lana di Marbet per proteggere i tuoi capi più delicati

Mantenere la lavatrice pulita ed efficiente

Un elettrodomestico importante da mantenere pulito ed efficiente è la lavatrice. Soprattutto, è fondamentale anche conservarla sempre igienica, in modo che gli abiti risultino più puliti e senza germi sopra di essi.
Ecco qualche valido consiglio per avere una lavatrice perfetta!
Una lavatrice pulita e igienizzata lava meglio e permette di risparmiare sulla bolletta!

housewife starship
Ogni tanto, è bene fare un lavaggio a vuoto, ad alte temperature (sui 95°C). Il calore scioglie lo sporco incrostato all’interno dei meccanismi della lavatrice e contribuisce ad eliminare i cattivi odori.
Contro questi ultimi, è utile anche ricordarsi di lasciare sempre aperto lo sportello quando la lavatrice non è in funzione.
Ancora, è possibile utilizzare l’aceto bianco (o di sidro di mele), anche a più basse temperature e durante un lavaggio a vuoto, per cancellare odori fastidiosi.
Solitamente, le lavatrici hanno un piccolo tubo che trasporta l’acqua residua direttamente nello scarico. Controllate il vostro libretto di istruzioni per capire come attivarlo, nel caso vi rimanga dell’acqua all’interno.
Un altro consiglio è quello di utilizzare saltuariamente dei decalcificanti naturali, e non industriali, come ad esempio bicarbonato di sodio (ne basta un cucchiaino).
E il vostro bucato profumerà sempre di fresco e di pulito!

photo by: kruder396

Quando vengono gli amici a cena Avete appena preso casa, e subito volete invitare i vostri amici per mostrargliela... sicuri?

Quando si prende casa, una delle prime cose che in genere si pensa è: adesso organizzeremo delle mega cene con gli amici!

Nei primi mesi, è tutto un via vai di amici che vengono a vedere il vostro nido d’amore.
Ma presto si iniziano ad accusare i primi ripensamenti su tutti questi inviti.

4236438667_38fe5a5e1f_b

Ogni volta, infatti, questo significa passare il pomeriggio a pulire tutta casa!
Macchie d’acqua sui rubinetti del bagno, palle di polvere che si aggirano negli angoli di tutte le stanze (e ti chiedi come sia possibile che ogni giorno si riformino, visto che non ci state mai, in casa!), il letto che deve essere rifatto tirando bene lenzuola e copriletto, pavimenti da lavare, …

Il tutto perché ogni volta i vostri amici dovranno fare il giro dell’appartamento e rimirare e commentare la vostra scelta e il vostro arredamento.
Continue reading Quando vengono gli amici a cena Avete appena preso casa, e subito volete invitare i vostri amici per mostrargliela… sicuri?

Come eliminare le macchie di pomodoro e sugo I rimedi per rimuovere le macchie dai capi senza rovinarli

Trovatemi una tovaglia che non si sia mai macchiata con del pomodoro o del sugo!
A noi italiani si sa, la pastasciutta piace! E qualche schizzo su tavola e magliette è inevitabile! Come fare per trattare questo tipo di macchie?

spaghetti

Per eliminare le macchie di pomodoro:
se il tessuto è lavabile, preparate una soluzione di acqua e ammoniaca, in un rapporto di 1 lt di acqua per 4 cucchiai di ammoniaca. Tamponate la macchia, strofinate con sapone di Marsiglia e procedete al normale lavaggio.

In generale, per eliminare macchie di sughi e grassi, cospargete la zona interessata con del talco. Dopo 1 ora, spazzolate e procedete al normale lavaggio.

LEGGI ALTRO DELLA SEZIONE GESTIONE DELLA CASA

 

 

photo by:

Eliminare gomma da masticare dai vestiti Incidente chewing-gum? Ecco come rimuoverlo senza fatica

Può capitare che, inavvertitamente, un chewing gum si attacchi a un vostro indumento.

Oppure, che vi si appiccichi a causa della scarsa educazione della gente, che le abbandona su sedie, panchine, o addirittura le lancia in aria (ebbene sì, mi è capitato che una gomma da masticare mi atterrasse in testa, all’attaccatura dei capelli).

Berlin Wall & Chewing Gum.

Nel caso degli abiti, la rimozione è fortunatamente molto semplice.

Mettete il vostro capo in un sacchetto e riponetelo in freezer.
Quando sarà ghiacciato, la gomma si sarà staccata da sola a pezzettini. A questo punto basterà procedere al normale lavaggio del capo.

 

LEGGI ALTRO DELLA SEZIONE GESTIONE DELLA CASA

Potrebbe interessarti anche:

Come arredare casa
sofa-837019_960_720

Come pulire i fornelli Come effettuare la pulizia dei fornelli della cucina

Che ci piaccia o no, e nonostante si presti attenzione, mentre si cucina è inevitabile sporcare i fornelli!
E dopo una buona cenetta, ecco che si passa alla parte meno entusiasmante: ripulire il tutto.

Ecco come pulire i fornelli in modo ottimale e senza troppa fatica:

IMG_0288

Una prima buona regola è quella di evitare che le macchie rimangano depositate a lungo. Non farebbe che renderne più difficile la rimozione e si rischia di lasciare aloni.
Vietato quindi rimandare l’operazione al giorno dopo!

Le parti smontabili possono essere lavate in lavastoviglie (a meno che non venga diversamente indicato sul libretto istruzioni, rischiereste di rovinarle), oppure a mano, come fossero pentole.
Per eliminare le parti più incrostate, utilizzate prima acqua calda per ammorbidirle.
Infine, per le macchie più difficili, lasciate a bagno in acqua molto calda e aceto, oppure strofinate con una paglietta saponata o con mezzo limone.

LEGGI ALTRO DELLA SEZIONE GESTIONE DELLA CASA

Potrebbe interessarti anche:

POS design presenta i suoi Piccoli Oggetti Speciali
_MG_1322-d585cc24e8

photo by:

Come stendere il bucato Il metodo giusto per stendere i capi senza spiegazzarli

Stendere il bucato può sembrare una cosa banale, ma saperlo fare bene, in modo da facilitarci il momento successivo della stiratura, non è così scontato.

A chi non è capitato di fare fatica a far sparire il segno di una molletta rimasto su una maglietta, magari proprio in mezzo al busto?

Ecco alcuni accorgimenti per stendere nel modo corretto i vostri capi.

Bianco Pulito

Cercate di pinzare i vostri abiti sulle cuciture, e comunque in quelle zone che, una volta indossato il capo, risultino più nascoste alla vista: sotto alle ascelle, sul cavallo dei pantaloni, eccetera.

In particolare alcuni accorgimenti sono: pantaloni e gonne vanno appese dalla parte della vita, le camicie dal colletto, le magliette dalla parte inferiore.

Stendete sempre al rovescio, in modo che il sole non sbiadisca o ingiallisca i vostri abiti, e fate attenzione alla composizione dei tessuti.
Preferibilmente, stendete i capi colorati all’ombra.

Non sovrapponete gli abiti da asciugare, ma stendeteli uno a fianco all’altro sullo stendino.

Ricordate che la lana va sempre stesa in orizzontale, per evitare che le fibre si allunghino, e preferibilmente all’ombra.

Infine evitate di lasciare i capi stesi troppo tempo, ma al contrario ritirateli appena asciutti.

LEGGI ALTRO DELLA SEZIONE GESTIONE DELLA CASA

Potrebbe interessarti anche:

Come pulire il forno
Fully equipped kitchen

photo by:

Come eliminare macchie di sudore

Ci sono persone che al caldo stanno benissimo, e altre invece che lo soffrono (e che magari non hanno sempre a disposizione l’aria condizionata).
Ci sono quelli che praticano tanto sport… o quelli che non lo praticano mai, e poi un giorno decidono invece che è ora di iniziare ad andare a correre, e dopo poco si ritrovano col fiatone in un lago di sudore.
Poi ci sono anche quelle situazioni di agitazione per un determinato evento: un esame, una visita, un colloquio, un appuntamento galante,… e le mani iniziano a sudare.
E magari non solo quelle.

Sweat or rain?

Ecco che ci ritroviamo quindi con la classica “ascella pezzata”.

Come fare per eliminare le macchie di sudore?

Per eliminare le antiestetiche macchie gialle sotto le ascelle dei vostri capi, procedete con acqua e ammoniaca.
Se il capo da trattare è in lana o in seta, tamponate invece, dopo il lavaggio normale, con acqua ossigenata e aceto.

photo by:

Come pulire il parquet

Il parquet è un modo semplice per dare un tocco di raffinatezza alla propria casa, trasmettendo una sensazione di calore ed eleganza a chiunque si trovi al suo interno.
Ma come mantenerlo nel tempo? Ecco qualche consiglio:

Varnishing Hardwood Parquet

Il legno chiaro, o bianco, deve essere trattato, per evitare che si scurisca, con acqua e candeggina, risciacquato ed, eventualmente, incerato.

I legni più scuri, invece, possono essere lavati con detersivi appositi, oppure con alcol. Ricordate comunque di sciacquarli bene, per evitare la formazione di aloni.

Se avete un parquet di tipo grezzo, molto indicata è la cera solida, da passare con un panno morbido. Questo aiuterà a mantenerlo lucido e a proteggerlo, chiudendo eventuali fessure ove possa annidarsi la polvere.

La tipologia di parquet più facile da gestire, è quello verniciato o vetrificato, che non necessita di lucidatura. In questo caso è sufficiente passare uno straccio morbido imbevuto con acqua e ammoniaca, o con altri prodotti specifici per parquet, senza bisogno di risciacquare.

Per finire, ricordate per tutte le tipologie di camminare sul parquet solo quando perfettamente asciutto.

photo by:

Come tenere pulita la lavastoviglie

Chi non ama la propria lavastoviglie? Un elettrodomestico di cui non fare davvero a meno, ma come fare per gestirla e mantenerla efficace il più a lungo possibile?
Per una lavastoviglie sempre efficiente e inodore, adottate i seguenti accorgimenti:

GE PDW1860NSS Profile 18" Stainless Steel Fully Integrated Dishwasher - Energy Star

Di tanto in tanto, fatele fare un lavaggio a vuoto, riponendo nei cestelli unicamente un bicchiere di aceto, utile per pulirne lo scarico. Se preferite, in commercio esistono diversi prodotti per la manutenzione e la pulizia della vostra lavastoviglie. Basta riporlo aperto, appeso a testa in giù, e iniziare il programma di lavaggio.

Prestate attenzione al filtro: evitate che si sporchi in maniera eccessiva, pulendolo e controllando i fori di emissione dell’acqua e mantenendo asciutta la guarnizione dello sportello.

Utilizzate sempre solo detersivi appositi, e controllate che i livelli di brillantante e sale siano sufficienti.

Utilizzate specifici deodoranti al limone o all’aceto per evitare l’insorgere di cattivi odori.

Infine, non caricatela eccessivamente, e riponete le stoviglie possibilmente senza residui di cibo, prima di iniziare il ciclo di lavaggio.

photo by:

Lavare, come risparmiare Come risparmiare sulla bolletta di acqua e corrente

Bollette troppo alte? Ecco qualche consiglio per risparmiare qualche soldino.

Quando usiamo la lavatrice, possiamo adottare piccole accortezze che ci permettano di risparmiare, ottenendo comunque ottimi risultati di lavaggio.

CataWash

Punto uno: il detersivo.
Usiamolo con moderazione, evitando quantità eccessive che, oltre a farci finire prima il prodotto, rischia di rovinare i capi e inquinare l’ambiente!

Punto due: la lavatrice. Al momento dell’acquisto, preferite quelle a basso consumo, verificando la classe energetica di appartenenza e la quantità d’acqua utilizzata per ogni ciclo.

Meno acqua viene adoperata, meno energia viene consumata per riscaldarla.

Evitate il prelavaggio se non necessario. Solo questa funzione, infatti, fa aumentare di circa un terzo il consumo di energia.
Se un capo presenta una macchia particolarmente difficile, trattatela quindi con un prodotto apposito prima di riporla nel cestello.

Infine, ricordate di pulire regolarmente il filtro e di utilizzare prodotti anticalcare: ciò aiuterà a mantenere efficiente la vostra lavatrice, contendo consumi e bollette, e allungando la vita del vostro elettrodomestico!

LEGGI ALTRO DELLA SEZIONE GESTIONE DELLA CASA

Potrebbe interessarti anche:

Mantenere la lavatrice pulita ed efficiente
housewife starship

photo by: kruder396

Come pulire i vetri senza fatica Per una pulizia dei vetri facile e in poco tempo

Sapete qual è il modo più veloce e semplice per pulire i vetri e gli specchi?
Usando la carta di giornale!

Proprio così, prendete della carta di giornale, va bene anche quella della pubblicità dei supermercati.

Window box perfection

Accartocciatela, bagnatela con acqua ed eventualmente con un po’ di sapone per i vetri o ammoniaca, e passatela sulla superficie da lavare.
A questo punto, accartocciate un altro foglio di giornale, questa volta senza bagnarlo, e ripassate un’altra volta, in modo da asciugare il vetro.

Questo metodo è utilissimo in particolare quando specchi e vetri sono molto sporchi, ad esempio quando avete appena comprato casa e le superfici sono talvolta ricoperte di terra e polvere.

Per mantenere belli vetri e specchi, spolverateli spesso ed evitate di pulirli quando vi batte il sole; si eviteranno macchie e aloni.

Per lavare la parte esterna dei vetri, preferite dell’alcool, utile soprattutto in inverno, perché evita che l’acqua si geli e crei condensa.

Per evitare che si appannino, invece, utilizzate della glicerina.

Acqua e ammoniaca sono ottimi per far splendere i vetri. Dopo averli lavati, asciugate con un panno di pelle di daino. Un’altra soluzione è infine quella di unire l’acqua all’aceto (circa 3 cucchiai di aceto per ogni litro di acqua).

Se si formano delle macchie scure, lavatele con una goccia di olio di oliva e asciugate con della carta di giornale.

LEGGI ALTRO DELLA SEZIONE GESTIONE DELLA CASA

 

photo by:

Aiuto, mi si è ristretto il maglione!

Siamo in inverno ed è tempo di maglioni! E basta poco per sbagliare lavaggio e ritrovarsi il maglione ristretto!! Come fare per recuperare le dimensioni originali (o quasi)?

Climbing Vines Pullover Finished

Intanto rilavatelo a mano con acqua tiepida, con detersivo per lana e delicati, e aggiungete una buona quantità di balsamo per capelli. Fate in modo che il balsamo penetri le fibre del maglione, così da ammorbidirle il più possibile. Lasciate in ammollo qualche minuto e poi sciacquate bene.
A questo punto tiratelo il più possibile e stendetelo ad asciugare ponendolo in orizzontale, e tirando bene le estremità.

Una volta asciutto, sarà tornato di dimensioni un po’ più grandi e potrete passare a stirarlo, avendo cura di tirarlo ancora un po’!
E per le prossime volte… ricordate di guardare sempre le etichette sui vostri abiti con le indicazioni per il lavaggio!

Ricordate che i capi in lana o delicati vanno lavati preferibilmente in acqua fredda o tiepida, con detersivi dedicati, e che alcuni non vogliono la centrifuga.
In ogni caso, ricordate che la lana va stesa sempre in orizzontale, per evitare che il capo si allunghi, diventando lungo e stretto, e lontano da fonti di calore.

LEGGI ALTRO DELLA SEZIONE GESTIONE DELLA CASA