Tag Archives: esperienza

Ponte tibetano e ferrata di Cesana Claviere. La mia esperienza Una mattinata di adrenalina sul ponte sospeso più lungo del mondo!

468 metri di camminata sospesi nel vuoto. Questo è quello che ho passato in una tranquilla domenica mattina con marito e sorella.
Impavidi e coraggiosi, ci siamo diretti a Cesana Claviere, dove si trova il ponte tibetano più lungo del mondo, con possibilità di aggiungere anche una “facile” ferrata della durata di un’ora circa.

All’arrivo i ragazzi alla biglietteria ci hanno aiutati con l’imbragatura e spiegato come utilizzarla. È anche possibile portare la propria, nel caso la si possieda già.
Per i caschetti vengono forniti cuffiette igieniche.
Di fronte alla biglietteria, a livello pavimento, si trova una ricostruzione di un pezzo di ponte, utile per farsi un’idea di quello che ci aspetterà una volta all’inizio di quello vero, e per provare ad usare i moschettoni e l’imbragatura!

Continue reading Ponte tibetano e ferrata di Cesana Claviere. La mia esperienza Una mattinata di adrenalina sul ponte sospeso più lungo del mondo!

La scelta dell’abito da sposa

Oggi abbiamo accompagnato Leli a cercare l’abito da sposa!
Credo che sia uno degli eventi più belli nella vita di una donna, la scelta del proprio abito da sposa!
Anche se non mi ha toccata direttamente, è stata comunque una bellissima ed emozionante esperienza!

Ovviamente mi ero preparata a questa giornata; è una settimana che tutte le sere guardo “Abito da sposa cercasi” in televisione, ed ero già pronta a fare l’accompagnatrice che dice: “mmm, sì, questo è carino, ma non valorizza abbastanza la mia amica”, oppure “io le farei provare quello”, eccetera.

Ma in realtà tutti gli abiti erano stupendi! E la commessa affabilissima! E ogni abito indossato era un’emozione!

Leli aveva preso appuntamento per la mattina, e io e le altre dell’ufficio l’abbiamo accompagnata!

Appena suonato il campanello, è stata accolta con un “Prego, sposina, entri!”, e poi appena dentro era tutto un trionfo di pizzi e tulle, e di bianco, e di fiori, e di decorazioni!
La ragazza che ci ha accolte ha trattato Leli come una principessa, l’ha riempita di attenzioni, e le ha fatto provare almeno una decina di abiti!

Leli era euforica! Credo non avrebbe mai smesso! Le brillavano gli occhi, ha provato abiti molto semplici, stile impero, così come più eleborati, stile principessa, con le spalline, senza le spalline, con una spallina sola. E poi con lo strascico lungo, con lo strascico corto, col velo, senza velo, con la stola, col cappello! Direi che non si è fatta mancare nessuna alternativa!
Che poi ogni abito è personalizzabile, per cui l’importante è trovare la linea che più si addica alla propria corporatura.

Alla fine, sono arrivate… le lacrime! Tutte ci siamo scattate in piedi urlando “Aaaaaah!!”, perché pensavamo fosse quello giusto! Invece Leli si è messa la faccia tra le mani e ha detto, singhiozzando: “Sono una balena cicciona….”. Ancora con questa storia che si crede grassa.

Siamo rimaste tutte in imbarazzo, l’abbiamo consolata, le abbiamo detto che era bellissima, ma niente, era in crisi.
Alla fine la commessa le ha offerto un the caldo, l’ha lasciata sfogare (si vede che sono abituate a vedere qualsiasi tipo di scena) e dopo un po’ è tornata con un abito che era una vera delizia!
Leli lo ha provato, un po’ riluttante, ed era perfetta!
“Non avrei mai pensato di indossare un abito del genere”
“Pensi che sia quello giusto?” _ le ha fatto la commessa.
“Sì!”_ ha risposto sicura Leli!
Evviva! E così l’abito è scelto! Che bello!
Adesso che la sposa è a posto, direi che tocca a me darmi da fare in quanto invitata!