Rimanere incinta, qualche consiglio

Quando una coppia decide di avere un figlio, spera di riuscirci subito ai primissimi tentativi. Capita però che dopo diversi mesi ancora non ci siano i risultati sperati.

Quali possono essere i consigli per aumentare la probabilità di concepimento?

Pregnant

Intanto, un ruolo fondamentale è costituito dal muco cervicale della donna. Per poter rimanere incinta, è fondamentale che il muco sia presente, in quanto non solo indica un corretto funzionamento delle ovaie, ma aiuta gli spermatozoi nella risalita verso le tube e li mantiene vivi e attivi.

Il muco cambia di consistenza proprio durante il periodo di ovulazione della donna, l’unico momento nel mese in cui il concepimento è possibile.

Se un uomo è potenzialmente sempre fertile, infatti, lo stesso non si può dire della donna, che invece è solo ciclicamente fertile. Una volta al mese, l’ovaio rilascia un ovulo, che vivrà mediamente tra le 12 e le 24 ore. Questo è il lasso di tempo a disposizione per la fecondazione.

Questo momento corrisponde al 14° giorno prima dell’arrivo del nuovo ciclo. Per una donna che ha un ciclo di 28 giorni, quindi, corrisponderà anche al 14° giorno dal giorno dell’ultima mestruazione.
Avverrà invece prima nelle donne con ciclo più breve, e dopo nelle donne con ciclo più lungo.

pregnant-244662_960_720

Per quanto riguarda gli spermatozoi, essi godono di vita più lunga, tra i 3 e i 5 giorni.
Per aumentare le probabilità di rimanere incinta, quindi, è consigliabile che l’accoppiamento avvenga un giorno sì e due no, a partire dal termine delle mestruazioni.
In questo modo, si dovrebbe essere sempre coperti, in qualunque giorno avvenga l’ovulazione.

Un ulteriore consiglio è quello di evitare troppo stress o di essere preoccupati solo della riuscita della fecondazione. Sono tante le persone che sono rimaste incinte durante le vacanze o quando hanno smesso di farne un chiodo fisso.
Cercate di vivere questo momento con serenità, e concedetevi i vostri tempi.
Evitate invece rituali strani, che non faranno altro che aumentare la tensione.

Se dopo un anno di tentativi mirati ancora non siete riusciti a diventare genitori, allora meglio rivolgersi al proprio medico per poter effettuare degli esami di controllo dei vostri valori, e capire se c’è qualche impedimento di altra natura, che si possa risolvere diversamente.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *