Ovulazione e periodo fertile, come individuarli Come riconoscere il proprio periodo fertile per aumentare le possibilità di concepire

Quando si cerca la cicogna, importantissimo è saper riconoscere il giorno di ovulazione e, di conseguenza, il proprio periodo fertile.
Bisogna infatti ricordare che, mentre un uomo è potenzialmente sempre fertile, la donna può essere fecondata solo in 24-48 ore al mese, quando avviene, appunto, l’ovulazione.

L’ovaio rilascia un ovulo al mese, durante il quattordicesimo giorno prima dell’arrivo del prossimo ciclo.

Facciamo un esempio.
Poniamo il caso di avere un ciclo di 26 giorni. Questi 26 giorni si calcolano dal primo giorno in cui arriva il ciclo, fino al giorno prima in cui arriva il ciclo successivo.
Se ad esempio avremo il ciclo il 1 novembre, il ciclo dopo dovrebbe iniziare il 27 novembre.
Dal 27 novembre, torniamo quindi indietro di 14 giorni, arrivando al 13 novembre, giorno di presunta ovulazione.

Smiley Egg Head

Questo è un ottimo metodo in caso di cicli regolari, un po’ più difficile in caso di cicli irregolari. Anche un periodo di ansia, stress, affaticamento, può influire sulla durata del ciclo. Questi fattori andranno comunque a modificare la prima fase del ciclo, mentre rimarranno invariati i 14 giorni post-ovulazione.

Per maggiore sicurezza, quindi, si può dire che l’ovulazione avviene generalmente tra il decimo e diciottesimo giorno di ogni ciclo.

Una volta individuata l’ovulazione, è giusto ricordare però che questo non è comunque il giorno maggiormente fertile. Il momento più fertile di ogni ciclo è infatti due giorni prima che avvenga l’ovulazione.
Questo perché gli spermatozoi vivono anche fino a 5 giorni all’interno della donna, in attesa di incontrare l’ovulo.

Dopo la fine del ciclo mestruale, la donna avrà dei giorni di secchezza vaginale, seguiti poi dalla comparsa di muco.
Questo muco è importantissimo affinché la fecondazione vada a buon fine.
Inizialmente è denso o tipo “pappetta”, per cui funge da “tappo” verso i batteri esterni, ma anche verso gli spermatozoi, che vengono bloccati.

A un certo punto, però, questo muco diventa filante, tipo la chiara d’uovo. Se preso tra le dita, si allunga anche di diversi centimetri.
La donna avverte una costante sensazione di bagnato, e si sente più attratta dal proprio uomo. Il suo corpo si sta preparando per una possibile gravidanza, e le manda dei chiari segnali.

Smile

Grazie a questo muco filante, chiamato non a caso muco fertile, gli spermatozoi riescono a penetrarvi e a nuotare verso la meta, oltre che a sopravvivere per diversi giorni.
Quando avviene l’ovulazione, questo muco si interrompe di colpo.

In alcuni casi può sparire del tutto, in altri cambiare nuovamente consistenza, ma in ogni caso non sarà più fertile.

Ecco perché è importante riconoscerlo per sapere quando concentrare i rapporti, ricordando che si hanno più probabilità di rimanere incinta se si alternano i rapporti un giorno sì e uno no, piuttosto che tutti i giorni.

Questo “riposo” permette infatti all’uomo di avere una quantità e qualità di spermatozoi maggiore.

Infine, un aiuto può arrivare anche dalle moltissime applicazioni per smartphone presenti sullo store.
Consiglio ad esempio “Period Tracker“. Facile da usare, basta inserire pochi dati per avere il proprio calendario della fertilità. Calcola la durata media del nostro ciclo, avvisandoci quanti giorni mancano alla prossima mestruazione; ci indica i giorni più fertili e quello di presunta ovulazione; possiamo inserire dati come i giorni in cui si hanno avuto rapporti, eventuali sintomi (acne, mal di pancia, seno gonfio, …), stati d’animo (allegra, triste, arrabbiata, …) e tutte le note che desideriamo evidenziare.

Non mi resta che augurarvi in becco alla cicogna!

Potrebbe interessarti anche:

Quello che mi prometto di non fare mai quando sarò mamma.
stick-family-1449578741cAV

Rimanere incinta. Qualche consiglio
Mom & Son

Non posso avere figli
Day 103: Joy swinging

 

photos by: &

One thought on “Ovulazione e periodo fertile, come individuarli”

  1. Consiglio l’applicazione “Period Tracker”, probabilmente non è grazie a quella che sono rimasta incinta, ma essere avvisati sul tuo iphone che sei nel periodo fertile è fantastico!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *