Come prepararsi a un viaggio al freddo

Stai per affrontare un viaggio al freddo? Là dove le temperature scendono anche parecchio sotto lo zero? Nessun problema!
Oggi l’abbigliamento tecnico permette massima protezione dal freddo e, allo stesso tempo, comfort.

Quest’anno sono stata in viaggio in Lapponia, con temperature fino a -30°C. Se anche tu stai pianificando un viaggio in inverno in Lapponia, Finalndia, Norvegia, Islanda, Russia o in un altro posto al freddo e al gelo, ecco come organizzare l’abbigliamento da mettere in valigia.

Come proteggersi dal freddo

Le estremità. Le estremità sono le prime a soffrire il freddo: mani, piedi, naso. Per tenere al caldo i piedi, compra le calze termiche che trovi nel reparto sci dei negozi sportivi. Prendine più paia, in modo da infilarne anche 2 o 3 insieme, se necessario. Se vuoi una calza davvero calda ed efficace, prova QUESTA della X-bionic, pensata apposta per i climi più rigidi, con lana merino e seta.
Compra dei doposci ben isolati, con imbottitura calda e suola spessa e antiscivolo. Nei negozi sportivi trovi anche gli “scaldini”, dei sacchettini che si attivano all’occorrenza e che rilasciano calore. Li trovi sia per i piedi che per le mani.

Io ho comprato doposci della Columbia (clicca qui) e dei semplici scaldini a pochi euro: per gli scaldini per le mani clicca QUI, per quelli per i piedi clicca QUI.


Per le mani i guanti sono fondamentali. Anche se meno pratiche, opta per le moffole, perché mantengono molto più calore rispetto ai guanti con le dita. Indossa anche dei sottoguanti – stavolta con le dita – per maggiore calore e per maggiore praticità quando vuoi ad esempio scattare una fotografia (togliendo le moffole). Queste della Burton (clicca qui), ad esempio, hanno un buon rapporto qualità – prezzo.

Per la testa, prendi un passamontagna e un cappello di lana di quelli che coprono anche le orecchie. Anche i colbacchi – tra l’altro copricapo tipico dei paesi freddi – è ottimo. Per la gola, uno scaldacollo in pile a pochi euro sarà efficacissimo e molto più pratico di una sciarpa.

Il corpo. Per mantenere il calore del corpo, è importante vestirsi a strati. L’abbigliamento termico è fatto con tessuti che non generano calore, ma che lo mantengono al suo interno. Evitano quindi la dispersione del calore naturale del corpo, senza far sudare. Fondamentale è l’intimo termico: maglie e pantaloni molto aderenti, come una seconda pelle. Leggeri e pratici, e al contempo molto efficaci.
Ti consiglio di spendere qualcosa in più, ma di prendere un intimo termico di marca. Non risparmierai in denaro, ma starai decisamente molto più al caldo! Quindi non ti pentirai della spesa, anzi!

Io ho comprato la maglia termica della X-bionic Invent e mi sono trovata benissimo anche a -25°C! Puoi comprarla QUI.

Sopra alla maglia termica, è ottimo il pile. E, sopra al pile, una giacca da neve, calda e impermeabile. Ottime sono quelle con le cuciture termosaldate, per evitare spifferi. Quelle migliori hanno anche le estremità che si stringono, con un secondo tessuto che aderisce ai polsi e ai fianchi. Sopra ai pantaloni termici, invece, indossa pantaloni da sci. Anche questi impermeabili e con un secondo tessuto elastico che aderisce ai doposci.

La pelle e gli occhi. Non dimenticare di proteggere pelle e occhi. La pelle col freddo tende a seccarsi e a rompersi. Porta tanta crema idratante per il viso e burrocacao per le labbra. Proteggi sempre anche gli occhi dai riflessi della neve con degli occhiali da sole sportivi.

Gli extra da non dimenticare. Nei paesi freddi spesso in inverno può fare molto buio. Ricorda di portare con te una torcia per ogni eventualità (puoi acquistare a pochi euro quelle da testa, comodissime perchè ti permettono di avere le mani libere. Clicca qui per un esempio). Cerca di mantenerti sempre caldo anche con l’alimentazione. Sì a cibi grassi (che tanto vengono smaltiti) e a tè bollenti o tisane calde.

Buon viaggio!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *