Category Archives: Gestione della Casa

Belforte Fragranze Italiane. Nuovo shop online e codice sconto Avvolgi la tua casa della tua fragranza preferita con Belforte Fragranze Italiane

Una casa avvolta da un buon profumo trasmette un senso di ordine e di accoglienza. Se inoltre il profumo è dato da una fragranza di pregio e Made in Italy, si arricchisce subito anche di eleganza.

Belforte Fragranze Italiane è il marchio che permette di unire tutti questi elementi.

Nata dall’idea di una donna marchigiana nata a Belforte, piccolo comune a metà strada tra mare e montagne, è diventata in seguito un’azienda gestita da giovani imprenditori che realizzano fragranze oggi vendute in tutto il mondo. Ciò che vendono non è solo la qualità Made in Italy, ma anche la possibilità di personalizzare i prodotti secondo le proprie esigenze, dal packaging alla fragranza stessa.
Continue reading Belforte Fragranze Italiane. Nuovo shop online e codice sconto Avvolgi la tua casa della tua fragranza preferita con Belforte Fragranze Italiane

Regali di Natale solidali con CESVI Tante idee originali per i tuoi regali di Natale, che doneranno un sorriso ai bambini meno fortunati

Sono i piccoli gesti che possono cambiare il mondo e renderlo un luogo migliore. Sapere di avere regalato un sorriso in qualche parte del mondo è il più bel regalo di Natale che potete farvi.

immagine-natale-cesvi

La Vigilia di Natale le nostre tavole saranno imbandite pronte per il tradizionale ritrovo di famiglia, per lunghe ore di convivialità tra più e più portate di cibo. L’albero di Natale addobbato e illuminato, il calore dei propri cari, tanti pacchetti regalo.
Alcuni di questi, potranno essere molto di più.
Nello stesso istante in cui aprirete un regalo CESVI, starete donando anche un pasto a un’altra famiglia, un aiuto per l’acquisto di attrezzature agricole, un sacchetto di sementi.
Continue reading Regali di Natale solidali con CESVI Tante idee originali per i tuoi regali di Natale, che doneranno un sorriso ai bambini meno fortunati

POS Design. Una serata di Stile con STILLA I piccoli oggetti speciali del designer Maggioni che ti fanno sentire una diva

POS Design, nata grazie all’incontro dell’azienda Ecoplast col designer Marco Maggioni (e di cui vi ho già parlato QUI) presenta per il mese di ottobre STILLA, un appendino floreale 100% Made in Italy.
Colorato, pratico e versatile come tutti gli altri Piccoli Oggetti Speciali.

Jpeg

Per l’occasione, POS Design lancia la campagna #diSTILLAtodistile. Un vero e proprio omaggio al fashion e allo stile. Quello stile che ci rende uniche, distinguibili e che ci fa sentire belle.
Continue reading POS Design. Una serata di Stile con STILLA I piccoli oggetti speciali del designer Maggioni che ti fanno sentire una diva

La migliore asciugatrice Quale prendere, perché prenderla. Consigli per l’acquisto dell’asciugatrice

I migliori alleati in casa sono indubbiamente loro: la lavastoviglie e l’asciugatrice.
Inizialmente indecisa sull’acquisto, non me ne sono assolutamente pentita. Anzi, la amo.

Quando inizia l’autunno e cambia il clima, far asciugare i panni diventa complicato.
Stenderli all’aperto è impossibile, ma dall’altro lato stenderli in casa fa male alla salute e riempie la stanza e i muri di umidità.
Se non si dispone di locale caldaia o adibito a lavanderia, il rimedio è lei: l’asciugatrice.

clothespins-9272_960_720

Se lo spazio è poco, basta impilarla sulla lavatrice, frapponendo fra le due il supporto dedicato. Alcuni hanno anche un pratico “tavolino” a scomparsa.

Come scegliere l’asciugatrice:
Continue reading La migliore asciugatrice Quale prendere, perché prenderla. Consigli per l’acquisto dell’asciugatrice

POS DESIGN presenta i suoi Piccoli Oggetti Speciali Progetto POS DESIGN. Personalizza casa col tuo Piccolo Oggetto Speciale 100% Made in Italy

Piccoli oggetti di uso quotidiano, ma con qualcosa di speciale.
POS Design nasce per volontà di Ecoplast, azienda italiana specializzata nella lavorazione delle materie plastiche, di creare qualcosa di unico.
Grazie all’incontro e alla collaborazione con Marco Maggioni, tutto ciò diventa possibile. Maggioni, rinomato designer italiano con un nutrito portfolio di prodotti per la casa e il tempo libero, reinventa e disegna questi Piccoli Oggetti, rendendoli Speciali.

_MG_1322-d585cc24e8
Il cestino portamollette Arya. Immagine dal sito POSDESIGN.it

Esiste una materia prima che non si esaurirà mai – dice Maggioni – ed è l’immaginazione. POS Design è stata pensata come una linea esclusiva, dal design originale e ricercato. Ogni prodotto coniuga in modo armonico il mondo della natura con l’uomo: non a caso l’estetica di ogni modello evoca forme naturali…..
Ed ecco come i giusti abbinamenti cromatici raccontano del sole, dell’acqua, della natura.

Continue reading POS DESIGN presenta i suoi Piccoli Oggetti Speciali Progetto POS DESIGN. Personalizza casa col tuo Piccolo Oggetto Speciale 100% Made in Italy

Come arredare casa Le regole per arredare casa con gusto senza pentirsi

Quando si compra casa per la prima volta, piuttosto che si va in affitto in un appartamento non arredato, una delle prime domande riguarda loro: i mobili.

Come scegliere i mobili, come disporli, dove comprarli, quanto è giusto spendere?

Prima regola: niente panico.
In genere, quando si inizia a cercare casa e si visitano i vari appartamenti, chi ce li mostra suggerisce già come disporre l’arredamento, per aiutare a visualizzare già il “prodotto finito” e convincere all’acquisto / affitto.

Apartment Camping

Su internet si trovano inoltre diversi programmi gratuiti da scaricare per divertirsi ad arredare in poche mosse le varie stanze della propria dimora. Un esempio molto valido è SweetHome3D, che permette anche una visione tridimensionale, per una migliore idea degli spazi.

Quando ci si reca per i vari negozi di arredamento, ricordarsi di portare sempre con sé la piantina o almeno le misure delle varie stanze, così che il personale possa farvi qualche proposta, comprensiva di disegno ad hoc, in base alle vostre esigenze.

Una buona regola da seguire è quella di decidere prima lo stile da dare alla propria casa: classico, moderno, contemporaneo. O ancora: sul bianco e nero, con un colore dominante, con vari colori, color legno naturale.

Decidete il vostro budget in base alla vostra idea di stabilità in quella casa. Se è una soluzione provvisoria, meglio non investire troppo. Se invece è definitiva, meglio arredarla un po’ per volta ma spendendo qualcosa in più.
La stanza che richiede più investimento in questo caso è la cucina. Meglio non risparmiare in questo locale, infatti, in quanto si tratta di un vero e proprio ambiente di lavoro: ogni giorno verrà utilizzato, tagliando, cucinando, lavando, pulendo, facendo inavvertitamente cadere delle cose, schizzando oli e condimenti sulle piastrelle, eccetera.
E’ bene quindi che i materiali siano idonei, gli elettrodomestici di buona qualità.

Il locale che costa di meno è in genere il bagno, anche per il fatto di essere il più piccolo, e perché di solito è sufficiente un mobiletto. Attenzione però alle ceramiche. Fate in modo che siano di qualità, per evitare che ingialliscano col tempo.

La camera da letto deve essere pensata in modo che trasmetta relax e pace. No quindi a colori troppo accesi, che non stimolano il sonno. Questa stanza è il vostro angolo intimo, ed è giusto che parli di voi. Non dimenticate di mettere qualche foto vostra e dei vostri amati.

Il soggiorno è in genere l’ultima sala che si arreda, in quanto per avere la residenza non è necessario che ci sia (per la residenza ci devono essere cucina, bagno e camera da letto).
Pensatela come un luogo di compagnia, dove poter accogliere i vostri ospiti.

Una volta che avrete il mobilio, passate poi alle tende, lampadari e tutti i complementi d’arredo. Fate in modo che la vostra casa parli di voi. E’ il vostro regno, il vostro nido dove rintanarsi alla fine di una giornata di lavoro; quel luogo dove quando entrerete ogni giorno dovrete sentirvi al sicuro e in pace. Dovrete, in una parola, sentirvi a casa!

Leggi altro della sezione GESTIONE DELLA CASA

Potrebbe interessarti anche:

Idee per la cena
Time to cook

Come pulire i davanzali
Window box perfection

 

photo by:

Helpling, prenota on-line le tue pulizie di casa Un'app per le tue pulizie di casa in pochi click!

Casa in disordine? Poco tempo e voglia per le pulizie?
Nessun problema, da settembre 2014 è attivo anche in Italia il servizio Helpling.

helpinglogo

Cos’è Helpling?

Helpling è una startup del gruppo tedesco Rocket Internet (famosa, tra l’altro, per gli e-commerce di Zalando e Groupon). Nata in Germania a marzo, e già presente anche in Austria, Svezia, Olanda, Francia e Brasile. In Italia è al momento attiva nelle province di Milano, Roma, Torino, Bologna, Monza, Varese, Cagliari, Nuoro, Piacenza e Padova.

Tramite apposita App per cellulare o tablet, piuttosto che dal proprio PC, è possibile prenotare in pochi click un servizio di pulizia per la propria casa, grazie alla sicurezza offerta da Helpling, per la quale lavorano più di 150 operatori tra i 24 e i 35 anni circa, tutti accuratamente selezionati.

I prodotti per la pulizia vengono messi a disposizione dal cliente, così da utilizzare i detersivi che si preferiscono, e se ci si dovesse essere un cleaner che ci è piaciuto particolarmente, si può chiedere di poterlo avere come addetto dedicato.

Le pulizie possono essere prenotate sia con frequenza fissa (ad esempio una volta a settimana, tutti i giovedì alle 14), oppure saltuaria (ad esempio se volete dare una riassettata generale prima di una cena o per il cambio stagione).


Helpling I fondatoriNella foto: i fondatori di Helpling


Come avviene la prenotazione?

La prenotazione del servizio è molto semplice e richiede davvero pochissimo tempo.
Basta scaricare l’App, oppure andare sul sito web di Helpling e cliccare su “Prenota ora una pulizia”. Si viene così indirizzati su una prima pagina in cui selezionare la prestazione richiesta.

Si selezionano il numero di stanze e di bagni che necessitano la pulizia, e in automatico il sistema indica il tempo necessario (1 ora per ogni stanza e mezz’ora per ogni bagno) e il prezzo totale. Sempre in questo passaggio si possono selezionare anche servizi extra, tipo la pulizia del forno, dei vetri o delle persiane.

Cliccando su “Successivo” si inserisce poi il proprio nome e indirizzo.
In seguito, appare una sorta di calendario con i giorni e le fasce orarie in cui è disponibile il servizio, e basta un click per selezionare quello più consono alle proprie esigenze.
Prima di confermare, vengono poste delle domande pratiche del tipo: “C’è qualcosa che volete non venga toccato?”, “Come entrerà in casa l’addetto Helpling?”, eccetera.

Viene inserita la carta di credito, che comunque non verrà addebitata fino a 72 ore dopo la fine del servizio di pulizia. Questo anche perché il tempo prenotato può essere variato su esigenza, sia in eccesso che in difetto. Il servizio clienti è sempre attivo e può essere contattato in qualsiasi momento per qualsiasi dubbio.
Entro un paio di giorni dalla conferma, viene inviata una mail col nome dell’operatore che si recherà presso la vostra casa.

Helpling il Team a Berlino
Nella foto: il team Helpling di Berlino

La mia esperienza con Mercy

Dopo aver confermato la mia prenotazione, all’orario stabilito si è presentata alla mia porta una sorridente e giovane signora, Mercy, a cui ho mostrato le stanze che andavano pulite e i vari detersivi, stracci, aspirapolvere, eccetera che avevo preparato per lei.
Essendo la mia prima esperienza, e non essendo abituata a farmi pulire casa, avevo comunque già fatto un po’ di pulizie in modo sommario, per non lasciare troppo sporco.

Ma non avevo pensato che avrebbe pulito davvero tutto! Quando mi ha chiesto una scaletta per pulire sopra i pensili della cucina e sopra al frigorifero, mi sono vergognata un po’, pensando a quanti centimetri di polvere ci sarebbero probabilmente stati!
Ma Mercy ha pulito tutto in maniera eccellente e rapida. Le vetrinette della cucina sono tornate brillanti come fossero nuove. Anche gli altri locali sono stati spolverati, puliti e lavati in modo impeccabile.

Essendo avanzato del tempo, l’addetta ha pulito anche il soggiorno, anche se inizialmente escluso dalla mia richiesta.
Devo dire che la differenza rispetto a quando pulisco io si è notata, e mi ha lasciata con una sensazione di pulito e di ordine davvero piacevole.

Un servizio sicuramente utile per chi ha poco tempo da dedicare alla casa, o anche solo da prenotare ogni tanto, magari prima delle feste, delle vacanze, o di una cena importante.


PROMOZIONE DI NATALE 2014

Non hai ancora provato il servizio Helpling ma ti piacerebbe testarlo? Quale migliore occasione delle vacanze natalizie per farsi pulire casa?
Helpling offre a tutti i nuovi clienti il 50% di sconto, utilizzabile fino all’Epifania, per una servizio massimo di 6 ore! Basta inserire il codice promozionale NATALEHELPLING al termine della prenotazione per avere subito diritto al vostro regalo di Natale!
Una promozione che vale la pena utilizzare!
Scopri di più sul sito Helpling.

Leggi altro della sezione GESTIONE DELLA CASA

Potrebbe interessarti anche:

Idee per la cena
Time to cook

Canzoni di Natale Le più belle canzoni di Natale di sempre

Non è Natale senza una playlist di canzoni a tema natalizio!
Ecco una playlist di canzoni italiane e straniere per allietare le vostre giornate di festa.
Per un giusto sottofondo ed atmosfera in casa vostra durante questo periodo di Feste.

Singin Bells

White Christmas
So this is Christmas
A Natale puoi
Jingle Bells
Last Christmas
Silent Night
Let is snow
All I want for Christmas is you
Natale
Oh Happy Day
Natale Rock’n’Roll
Astro del Ciel
Oh, Tannenbaum
Tu scendi dalle stelle
Jingle Bell rock
We wish you a merry Christmas
Adeste Fideles
Santa Claus is coming to town
Have yourself have a Merry Little Christmas
O Holy Night
You’re all I want for Christmas
The Christmas song
We are the world
Blue Christmas
Happy Xmas
Feliz Navidad
I’m your angel
Caro Gesù ti scrivo
Thank God it’s Christmas
Merry Christmas (I don’t wanna fight tonight)
We wish you a metal Xmas (and a headbanging new year)

 

LEGGI ALTRO DELLA SEZIONE GESTIONE DELLA CASA

Idee per la cena Cosa cucino stasera? Un planning per essere sempre organizzate.

Ecco dei consigli utili per organizzare la vostra cena senza ritrovarvi all’ultimo a porvi la classica domanda: “cosa cucino stasera?”.

Time to cook

Innanzitutto, è bene fare una sorta di lista, anche in base a cosa mangiate e cosa no.
In generale, una prima lista potrebbe essere questa:
1 – Pasta
2 – Carne
3- Riso
4- Pesce
5 – Pizza

cioè, scegliere una tipologia di alimento per ogni giorno della settimana, cercando di includere più o meno tutto, anche uno sfizio tipo la pizza.
Partendo da qui, si possono creare sottoliste, del tipo:
1- Pasta (pomodoro, pesto, quattro formaggi, tonno, ragu, …)
2 – Carne (pollo, manzo, bistecca impanata, … + contorno: purè, patate, verdure, …)
3 – Riso (zafferano, radicchio, formaggi, asparagi, …)
4 – Pesce (trota, salmone, sogliola, platessa, … + contorno: patate, verdure, …)
5 – Pizza (già pronta o da fare in casa)

In questo modo, avete già ben più che raddoppiato i vostri piatti.
Infine, aggiungete un punto 6:
6 – Cibo veloce per quando non si ha voglia di cucinare (uova, gnocchi, piatto freddo, cibo surgelato, …)
Attenzione, questo è cibo che deve essere sempre presente in casa vostra! E anche in questo caso, ricordate i numerosi tipi di piatti che potete preparare, ad esempio anche solo con delle uova: frittate a vari gusti, omelette, uovo all’occhio di bue, …

Infine, per far fronte a eventuali ospiti a sorpresa, tenete sempre qualcosa per fare un aperitivo.

 

Organizzare la settimana secondo una lista vi permetterà di risparmiare molto più tempo nel fare la spesa, evitando di dimenticare qualcosa, e vi farà risparmiare tempo al momento della preparazione, riuscendo a gustare diversi tipi di piatti ogni settimana.

Leggi altro della sezione GESTIONE DELLA CASA

Potrebbe interessarti anche:

Come pulire le persiane
Flowers on a roman window

 

MugCake Come preparare la torta in tazza

MugCake, la torta in tazza, è un dolce velocissimo e golosissimo, che piacerà a tutti, grandi e piccini!

Prepararla richiede davvero pochissimi minuti, e la procedura da seguire è molto semplice.

Ingredienti (per due tazze da the o quattro da caffè)
per MugCake al cioccolato:

4 cucchiai di latte
1 uovo
4 cucchiai di zucchero
4 cucchiai di farina
1 cucchiaio di cacao amaro in polvere
1 cucchiaino di lievito in polvere per dolci
30gr di burro
2 cucchiai di crema al cioccolato

mugcake

Prendere una ciotola e versarvi il latte. Aggiungere l’uovo e lo zucchero e mescolare bene.

Unire la farina, il lievito e il cacao in polvere. Dopo aver sciolto il burro, aggiungerlo al composto e mescolare. Per ultimo, unite la crema di cioccolato e lavorate con una frusta fino ad ottenere un composto omogeneo.

Versatelo nelle tazze, e riempitele fino a circa metà.

Fate attenzione che le tazze siano idonee alla cottura in microonde.
Mettete in microonde alla massima potenza per 2/3 minuti.

Per sapere se la vostra MugCake è pronta, basta infilare uno stuzzicadente nel composto; se esce asciutto è cotta al punto giusto.

Sfornate e servite calde, aggiungendo a piacere un po’ di panna montata o biscotti sbriciolati. Servite con un cucchiaio.

Oltre alla MugCake al cioccolato, potete sbizzarrirvi con altri ingredienti. Ad esempio: yogurt e frutta in pezzi, cioccolato e crema al whisky, pistacchi e crema di nocciole, eccetera.

Buon appetito!

LEGGI ALTRO DELLA SEZIONE GESTIONE DELLA CASA

 

Come pulire il forno I metodi per pulire il forno senza fatica

Cucinando al forno, è facile che residui di cibo e di condimenti rimangano attaccati alle pareti. E’ importante quindi mantenerlo sempre pulito, sia per una questione di efficienza che di igiene.

E’ bene procedere a forno tiepido, così che il grasso riesca ad essere rimosso più facilmente.

E’ consigliabile quindi procedere alla pulizia subito dopo aver finito di pranzare. In questo modo si evita anche che le macchie si secchino e diventino quindi più difficili da eliminare se si rimanda a un altro giorno.

Fully equipped kitchen

Sul mercato esistono dei prodotti appositi, che basta spruzzare all’interno, creando una leggera patina bianca. Si lascia agire per qualche minuto e poi si pulisce il tutto con un panno umido o una spugnetta.

Ma se si preferisce non utilizzare composti chimici, si può procedere nel modo seguente, utilizzando dei prodotti naturali facilmente reperibili in ogni cucina:
prendere una bacinella di acqua tiepida / calda e versarvi del sale grosso, del bicarbonato e dell’aceto bianco.

Imbevere una spugna e procedere alla pulizia. Una volta rimosso lo sporco, sciacquare con acqua tiepida. Per macchie difficili, tagliare un limone a metà e strofinarlo sulla parte interessata.
In alternativa, ottimo è il detersivo per piatti, provvedendo in seguito a risciacquare bene con acqua tiepida.

Leggi altro della sezione GESTIONE DELLA CASA

Potrebbe interessarti anche:

Idee per la cena
Time to cook

Come pulire i davanzali
Window box perfection

photo by:

Come fare la besciamella Ricetta per besciamella fai da te

Ecco un metodo molto semplice per realizzare una besciamella molto leggera.

Ingredienti:
latte
maizena
Utensili:
un pentolino
una ciotolina
un cucchiaio

making_white_sauce_5

Procedimento:

Versare del latte in un pentolino e metterlo sul fuoco a scaldare.

Nel frattempo, prendere una ciotolina e versarvi qualche cucchiaino di maizena, che fungerà da addensante. Si consiglia quindi di non esagerare con le dosi, ed eventualmente aggiungerne poco alla volta, fino a raggiungere la consistenza desiderata.

Versare un po’ di latte nella ciotolina e mescolare bene in modo che la maizena si sciolga.

Il latte diventerà molto denso, e a quel punto lo potrete aggiungere a quello che avete messo a scaldare nel pentolino.

Continuate a mescolare fino a bollore e lasciate bollire fino a quando la besciamella non avrà raggiunto la consistenza desiderata.
La vostra besciamella è pronta, leggera e gustosa.

Per una besciamella più calorica, invece della maizena, utilizzate come addensante la farina, e aggiungete del burro.

LEGGI ALTRO DELLA SEZIONE GESTIONE DELLA CASA

Idee per la tavola di Natale Come addobbare la propria tavola di Natale

Quest’anno il pranzo di Natale coi parenti spetta a voi? Ecco qualche idea carina per addobbare la vostra tavola!

candle light iii

Iniziamo dalla scelta dei colori.
Per mantenere armonia con il resto della casa, il consiglio è quello di conservare i colori già scelti per gli altri addobbi, in particolare per il vostro albero di Natale.
Avete realizzato un abete tutto bianco e argento? Gli stessi colori li potrete riprendere per la tavola. Lo avete addobbato di rosso e argento? Verde e oro? Questi saranno i colori per voi.

Potete tagliare dei rametti da un abete vero, o comprarne di finti, e utilizzarli come centrotavola, legandoli insieme con un nastrino colorato e attaccandoci un paio di palline usate per l’albero. In alternativa, potete poggiarvi delle pigne, naturali o spruzzate con uno spray brillante.

Se avete optato per abbinare due colori, utilizzatene uno per la tovaglia, l’altro per i tovaglioli. Se potete, riprendete gli stessi colori nei piatti e bicchieri, altrimenti utilizzatene di neutri.

Incollate un piccolo fiore di stella di natale o un rametto di porcospino sui portatovaglioli o poggiatelo vicino ai bicchieri come segnaposto.

Anche delle candele in centro alla tavola, se ne siete amanti, possono contribuire a creare più atmosfera, magari poste all’interno di piccole lanterne.
E per finire, la collezione di canzoni di Natale in sottofondo!

LEGGI ALTRO DELLA SEZIONE GESTIONE DELLA CASA

Potrebbe interessarti anche:

Biscotti Natalizi
2012-12-23 16.14.37

photo by: Laenulfean

Biscotti Natalizi Ricetta semplice per biscotti natalizi

Ecco un’idea golosa per il vostro Natale, che piacerà tanto ai bambini ma anche ai più grandi!
Dei biscottini tagliati e decorati a tema  natalizio!

Ecco quello che occorre (ingredienti per circa 50/60 biscotti):
farina (300gr)
burro (100gr)
zucchero (100gr)
uova (nr 2)
lievito (8gr, in polvere)

Preparazione:
Prendete una terrina capiente e versatevi la farina. Rompete le uova e sciogliete il burro, oppure, se già a temperatura ambiente, unitelo direttamente all’impasto.

Aggiungete lo zucchero e il lievito e impastate il tutto, fino ad ottenere una consistenza uniforme e solida.

Realizzate una palla e avvolgetela in della pellicola trasparente.
Mettete a riposare in frigorifero per circa un’ora.

2012-12-23 16.14.27

Togliete l’impasto dal frigo e liberatelo dall’involucro di pellicola. Poggiatelo su un ripiano cosparso di farina. Stendete con un mattarello, fino a che l’impasto raggiunga uno spessore di circa mezzo centimetro.

Utilizzate dei taglia biscotti a tema natalizio: pupazzo di neve, babbo natale, stella, fiocco di neve, eccetera.
Ponete le sagome così ottenute su una teglia coperta con carta forno.

Preriscaldate a 180°C e informate per circa 20 minuti,  e comunque fino a quando la superficie diventa dorata.
Sfornate e lasciate raffreddare.

Ora potete passare alla decorazione: glasse, cioccolato fuso, zuccherini, confettini, e tutto ciò che vi suggerisce la fantasia!
Un metodo molto veloce per realizzare della glassa è quello di sciogliere dello zucchero a velo con dell’acqua calda, fino ad ottenere una consistenza cremosa. Aggiungete dei coloranti alimentari o utilizzare bianca, a piacimento.

Disponeteli su un vassoio o piatto da portata e offriteli ai vostri ospiti!

LEGGI ALTRO DELLA SEZIONE GESTIONE DELLA CASA

Caldarroste Tutti i metodi per preparare le castagne

Le caldarroste rappresentano la merenda ideale nei freddi pomeriggi autunnali!
Come si preparano?
Sia che le abbiate colte nei boschi o comprate al supermercato, iniziate scegliendo le singole castagne una ad una, eliminando quelle eventualmente bucate o troppo piccole.

Effettuate su ognuna di esse una incisione con un coltellino, di circa 2 o 3 cm.
Riponetele in una bacinella che riempirete di acqua fredda.
Lasciate in ammollo per almeno un paio d’ore.
Roasting Chestnuts and an Autumn Salad

 

 

 

 

 

 

 

Questa operazione farà in modo che una volta cotte, le castagne rimangano più morbide.

Toglietele quindi dall’acqua e lasciate asciugare.
Prendete l’apposita pentola bucherellata e ponetela sul fuoco. Utilizzate quello più grande, in modo da scaldare bene tutta la pentola.
Riempitela con le castagne.
Accendete la ventola della cappa alla massima velocità e / o areate il locale aprendo le finestre, per evitare che il fumo vi dia fastidio agli occhi e rimanga all’interno della cucina.

Muovete spesso le castagne, in modo che si abbrustoliscano bene su tutti i lati.
Cuocete per circa 15 – 20 minuti, fino a quando la buccia della castagne non sia diventata completamente nera.
Prendete un panno umido e versatevele sopra.
Questo è un piccolo trucco per fare in modo che sia più facile sbucciare le vostre caldarroste.
Buon appetito!

LEGGI ALTRO DELLA SEZIONE GESTIONE DELLA CASA

Come eliminare le macchie dalle posate In lavastoviglie le posate tendono a macchiarsi. Ecco come rimediare

Lavando spesso le posate in lavastoviglie, capita che queste presentino macchie di sporco o di ruggine, o che diventino opache.

Fork&Knife

 

 

 

 

Questo è dovuto in parte alla quantità di cloro presente nell’acqua, e al fatto che spesso la lavastoviglie non viene vuotata appena finito il lavaggio, ma dopo qualche ora.
Questo lasso di tempo può causare macchie marroncine sulle posate, in particolare i coltelli.
I residui di acqua, contenente cloro, uniti al calore del lavaggio che resta all’interno della lavastoviglie, fanno seccare e incrostare le nostre stoviglie.

Come rimediare quindi a queste macchie fastidiose che possono crearsi sulle posate?

Una soluzione è quella di fregarle con del bicarbonato, aiutandosi con una spugnetta per piatti.
Se però le macchie sono di ruggine, il rimedio è quello di ungerle con dell’olio e lasciare a riposo per un paio di giorni; dopo di che potranno essere asciugate e strofinate a loro volta con bicarbonato.

Infine, quando vuotate la lavastoviglie, ricordate di passare sempre con uno strofinaccio tutte le posate, in particolar modo i coltelli, più soggetti alle macchie dell’acqua.

LEGGI ALTRO DELLA SEZIONE GESTIONE DELLA CASA

Potrebbe interessarti anche:

POS design presenta i suoi piccoli oggetti speciali
diariodime_posdesign

Come pulire i davanzali Metodi di pulizia per davanzali di diversi materiali

In primavera si riaprono le finestre al nuovo sole!
E tra le varie “pulizie di primavera”, non vanno quindi dimenticati i davanzali!

Come pulirli al meglio?

now I lay me down to sleep

Se avete davanzali in marmo, procedete nel modo seguente:
Preparare una soluzione di acqua e ammoniaca (circa 1 cucchiaio per ogni litro) e utilizzarla per lavare i davanzali. Se ci sono punti molto sporchi, strofinarli con del sale fino, sciacquare abbondantemente e asciugare bene con un panno pulito.

Se invece i vostri davanzali sono in pietra o cemento:
Innanzitutto spazzolatelo bene con una spazzola asciutta a denti duri. Successivamente, ripassate la stessa spazzola, imbevuta di acqua e ammoniaca. Sciacquare e asciugare.

Ricordatevi di spazzolarli spesso in modo da evitare che la polvere si accumuli nelle fessure.

E adesso potete anche abbellirli con dei vasi di fiori o come più vi piace!

Leggi altro della sezione GESTIONE DELLA CASA

Potrebbe interessarti anche:

Come arredare casa
My pink wall

Come pulire le persiane Belle da vedere ma impegnative da pulire. Come mantenere le persiane.

Le persiane sono davvero belle da vedere. Ma altrettanto impegnative da curare e mantenere!
Non sapete come pulirle?

Ecco come fare:

Flowers on a roman window

Se sono in legno, spolveratele con un panno oppure aiutandovi con un pennello. Dopo di che, lavatele con una soluzione di acqua e ammoniaca.

Se le vostre persiane sono in plastica, lavatele con acqua e detersivo. Sciacquate bene e asciugate subito con un panno pulito.

Se avete persiane a battente, non dimenticate di lubrificare le cerniere di tanto in tanto.

Se invece scorrono su binario, spolverate spesso quest’ultimo e lubrificatelo per evitare che le persiane non si inceppino.

Inoltre ricordate:
Quando vedete che iniziano a rovinarsi, affidatevi a un imbianchino di fiducia per grattarle e riverniciarle, facendole tornare come nuove!
Avete cura di fissarle sempre agli appositi ganci, per evitare che sbattano.
Preferibilmente, le persiane dovrebbero rimanere riparate da un tettuccio, per evitare che una pioggia particolarmente violenta o una grandinata le rovini.

Se la vostra persiana si è stortata, operate sui ganci in alto sul lato per stringerla e raddrizzarla. Se neanche questa operazione dovesse bastare, purtroppo non rimane che cambiarla.

LEGGI ALTRO DELLA SEZIONE GESTIONE DELLA CASA

Potrebbe interessarti anche:

Mantenere la lavatrice pulita ed efficiente
housewife starship

photo by: kruder396

Come si stirano le camicie I passaggi per stirare le camicie

Già stirare di per sé non è un’attività particolarmente piacevole, ma se c’è qualcosa che proprio non ci fa impazzire, sono loro: le camicie!
Come si stira una camicia in modo da ottenere un buon risultato in pochi minuti?

camicia

 

 

 

 

 

1. Partire dal colletto. Poggiarlo sull’asse da stiro ben teso, la parte interna della camicia poggiata sull’asse, e passare il ferro a vapore.

2. I polsini. Stirare l’interno del polsino e poi abbottonarlo.

3. Lo sprone. Infilate la spalla della camicia nella parte più stretta dell’asse da stiro e passate il ferro a vapore.

4. Le maniche. Le maniche si stirano dalla parte dei bottoni.

5. I lati della camicia. Stendete prima la parte dei bottoni, passando il ferro tra uno e l’altro, evitando così di strapparli. Passate poi alla parte posteriore della camicia e, per finire, al lato con le asole.

Come piegare la camicia?

camicia classic uomo a quadri bianco grigio chiaro

Se proprio volete esagerare, e volete anche piegare la camicia, ecco come fare:
Per prima cosa, abbottonate tutta la camicia. Il colletto deve restare rialzato.

Poggiate sull’asse da stiro la camicia con la parte abbottonata verso il basso, e stendetela bene con cura.
Piegate il lato destro della camicia verso l’interno, a circa 5 centimetri dal collo. Appoggiate la manica destra sulla piegatura appena eseguita, perpendicolarmente, in modo che il polsino rimanga rivolto verso l’esterno.

Ripetete con la parte sinistra. A questo punto sollevate la parte inferiore e piegatela fino a circa 5 centimetri dal collo.
Capovolgete la camicia e sistemate polsini e colletto.

LEGGI ALTRO DELLA SEZIONE GESTIONE DELLA CASA

Potrebbe interessarti anche:

Idee per la cena
naked_butlers_with_a_hen_party_bristol_2013

Helpling. Prenota le tue pulizie di casa
home-1398421339ngs

photo by:

Girelle al prosciutto con pasta della pizza Come cucinare delle girelle al prosciutto con la pasta della pizza già pronta

Quante cose si possono fare con la pasta della pizza? Tante!
Qui proponiamo un’idea simpatica e molto semplice: le girelle al prosciutto.

girelle

 

 

 

 

 

Ingredienti:
Pasta per la pizza
Prosciutto (cotto o crudo a seconda dei gusti)
Formaggio grana

Per realizzare questa ricetta, si può procedere in due modi.

Il primo:
Dopo aver preparato la pasta della pizza (ma anche se la comprate già pronta andrà benissimo), dividetela in piccoli panetti.
Assicuratevi di aver lasciato riposare la pasta almeno 20 minuti fuori dal frigo prima di iniziare a manipolarla.

A questo punto, fate rotolare la pasta sotto le vostre mani, fino a ottenere dei bastoncini. Schiacciateli leggermente con la punta delle dita.

Ora poggiatevi sopra il prosciutto cotto. A seconda dei vostri gusti, potete utilizzare anche prosciutto crudo o speck.
Spolverate con un po’ di formaggio grana.
Ora afferrate una delle due estremità del bastoncino e arrotolatelo su se stesso, fino a chiuderlo in una girella.

Il secondo metodo è un po’ più veloce:
Stendete la pasta proprio come per fare la pizza (se la comprate già fatta, basterà srotolarla).

Dopo averla fatta riposare almeno 20 minuti fuori dal frigorifero, poggiatevi sopra gli altri ingredienti: prosciutto, grana, e a piacere aromi, formaggio, eccetera.

Arrotolate la pasta della pizza fino ad avere un rotolo, che procederete poi a tagliare a dischetti da disporre sulla teglia.

Preriscaldate il forno a 220°C e infornate per 20 minuti.

Buon appetito!

LEGGI ALTRO DELLA SEZIONE GESTIONE DELLA CASA