Cascate di Mascognaz, gita fuori porta in Val d’Aosta

La Val d’Aosta è terra ricca di escursioni, dalle più semplici alle più impegnative. Una gita che sicuramente merita di essere fatta è quella al paesino di Mascognaz, partendo da Champoluc e passando per le bellissime cascate di Mascognaz.

Champoluc è una famosa meta turistica della Val d’Aosta, da cui partire per diverse escursioni. È attraversata dal torrente Evançon, dove si trova anche l’ufficio del turismo. Proprio da qui parte il sentiero che, in circa 1 ora di cammino, porta a Mascognaz (sentiero 14 e 15).
Dopo una breve salita non impegnativa, in 5 minuti si arriva alla base delle cascate. Prendendo il sentiero sulla sinistra, che entra nel bosco, si inizia a salire maggiormente. Il dislivello è un po’ più elevato ma sempre molto semplice e porta, in ulteriori 5-10 minuti, al primo punto panoramico sulle cascate di Mascognaz.

Il sentiero prosegue ancora, sempre in salita, portando ad altri punti panoramici sulle cascate, sempre più in alto e più vicino all’acqua. A ogni punto panoramico c’è una panchina in legno dove riposarsi.

Passato l’ultimo punto panoramico sulle cascate, il sentiero prosegue ancora nel bosco, fino ad arrivare al torrente Mascogna, dove il cammino si fa più in piano. Un’ultima salita porta finalmente al paesino di Mascognaz, a circa 1800 metri d’altitudine, dove la vista si apre sulla Valle di Ayas a perdita d’occhio.

Il borghetto è oggi una struttura alberghiera con tanto di spa e ristorante. Quando siamo stati io e mio marito, abbiamo trovato un matrimonio, con gli invitati che ballavano di fronte a una vista meravigliosa sul Monte Rosa.

Una volta a Mascognaz ci si può rilassare nel verde, visitare il borghetto, proseguire per altre escursioni più lunghe, oppure rifare il sentiero al contrario e rientrare a Champoluc per la sera.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *